LifeRoads

Liferoads
Cammini di Vita

LifeRoads200

L'idea di LifeRoads è nata dal grande desiderio di portare un po' di umanità in un mondo sempre in ricerca dell'efficacia, della fretta, del perfezionismo, tanto da esaltare i problemi, dimenticandosi della persona... Ci siamo accorti che in una società pieno di suoni, di parole, tutti parlano e nessuno ascolta. Che fare dunque?

vai al sito...

Sant'Ugo in rete

youtube
E' possibile seguire le sante messe in diretta streaming - e rivederle on line - sul nostro canale youtube:

www.youtube.com / parrocchiasantugo


facebook
Parrocchia Sant'Ugo è anche su facebook:

www.facebook.com / parrocchiasugo

Orari

Powered by JoomlaGadgets

UNA DISCARICA CHE DIVENTA CASA PER MOLTI

UNA DISCARICA CHE DIVENTA CASA PER MOLTI

photo-1497415957044-0c986b8666ef

Lixiera, ovvero discarica, in portoghese. I missionari entrano in questo spazio dove c'è una montagna di rifiuti. Trovano uomini, donne che lavorano e bambini che giocano in mezzo all'immondizia. Sono davanti ad una sorta di micro mondo. In questa discarica si dividono le varie cose: il vetro dalla carta, dalla plastica e così via... per poi rivenderle al fine di guadagnarci qualcosa.


È un mondo fatto di povertà. Ed è da lì però che molti cercano di trovare il necessario per vivere. C'è alle volte l'impressione che alcuni si sentano rassegnati a quello stile di vita. Sorge allora, spontanea, una domanda: "Un bambino che cresce in una realtà così, cosa può sognare?".


C'è uno strumento che i nostri missionari hanno visto come possibile apertura di nuove speranze, una nuova emancipazione di questo popolo: sono le Sisters di Madre Teresa. Loro mettono al centro gli ultimi, e in questo caso i malati di AIDS, i bambini affetti da tubercolosi. Ospitano sia bambini che adulti malati. Queste donne coraggiose offrono il loro sostegno a questa parte di Maputo. E ridanno agli ultimi la possibilità di sognare un futuro diverso.


"I thirst, ho sete!" Questa frase presente in tutte le loro cappelline fa pensare... In qualsiasi tempo, luogo, condizione sociale c'è una sete d'amore, di carità veri a cui rispondere. E c'è chi umilmente cerca di dare una risposta a questo grido con il Vangelo.


C'è una chiave che apre le porte di ogni realtà: la sete di amore che abita il cuore, la vita, l'esistenza di ciascuno. Ma come soddisfarla? Forse con quella 'medicina' che abbiamo per tanto tempo trascurato, minimizzato, forse banalizzato: il Vangelo, la Parola di un Dio che parla senza imporsi attraverso le mani di una suora che accarezzano il volto di un bimbo malato e attraverso cui questo stesso Dio sta continuando a dire all'umanità: "Non mi sei indifferente; io ti amo così come sei!".


Quando ci si sente visti, amati, riconosciuti, accuditi da uomini e donne che vivono l'Amore, anche una discarica può diventare un luogo di speranza. Abitiamo allora il luogo dove ci troviamo di quell'Amore; solo così lo potremmo trasformare e sentirci trasformarti.

Omelie della domenica

2020-02-23 VII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Omelia don Diego

file audio dell'omelia

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Avete inteso che fu detto: "Occhio per occhio e dente per dente". Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l'altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da' a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle.

Avete inteso che fu detto: "Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico". Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».

Parola del Signore