Lavori straordinari

lavori straordinari home banner

Sostieni la nostra comunità

Tutti coloro che volessero contribuire al supporto delle spese Pastorali, Caritative e Missionarie (precisando la destinazione nella causale) può farlo tramite queste coordinate:

iban:
IT 51 G 03069 09606 100000125955

intestato a
Parrocchia Sant’Ugo Vescovo

Grazie sin d’ora per la Vostra preghiera e la Vostra eventuale collaborazione, Dio vi benedica

La nostra attività missionaria

Progetto Mozambico

PROGETTO MOZAMBICO

Dal 2013, la parrocchia di Sant'Ugo partecipa attivamente al progetto Mozambico "Missão São Frumenzio" offrendo aiuto materiale e spirituale alla popolazione locale attraverso la realizzazione di diversi progetti solidali. In particolare, la parrocchia di Sant'Ugo sostiene l'escolinha (scuola materna) nel villaggio di Goba situato nel distretto di Naamacha, vicino Maputo, la capitale del Mozambico. L'asilo ospita bambini di età compresa tra i tre e i cinque anni ai quali viene offerto un pasto al giorno completo ed equilibrato, un percorso didattico di alfabetizzazione (propedeutico alla frequenza della scuola primaria), l'opportunità di entrare nel programma di visite sanitarie per la prevenzione e la cura delle patologie più diffuse (progetto Saude da criança e poliambulatrio pediatrico) e la formazione e la remunerazione dei docenti e dei collaboratori locali.

santugoperilmondo100
Segui i nostri progetti sulla nostra pagina facebook missionaria

 

SOSTEGNO A DISTANZA:
UN GESTO D'AMORE E DI SOLIDARIETÀ

bambinochemangia

Con il tuo contributo (importo libero) puoi sostenere i bambini dell'asilo di Goba.

Il contributo può essere offerto:

- con BONIFICO BANCARIO: 
c/o CREDIT AGRICOLE
IBAN: IT 61 F 06230 03208 000040530729
Intestato a: Ramo ETS Domus Charitatis
Causale: "MISSIONE MOZAMBICO GOBA" (e specificare se il contributo è per la Casa della Carità Mamre, se per la casa di accoglienza Casa Donata oppure per la Missione in Mozambico)
(nel caso di contributo mediante bonifico, si prega di comunicare l'avvenuto versamento al seguente indirizzo della parrocchia: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)


- in contanti o con assegno bancario (presso la segreteria parrocchiale)

Si ricorda che a norma di legge, non sono considerate detraibili o deducibili le donazioni in contanti. Le attività solidali in Mozambico e per la Casa di accoglienza rientrano nell’art. 10 comma 9 del d. Lgs 460/97 sulle ONLUS (Organizzazioni Non Lucrative di Utilità sociale). Per ottenere i benefici fiscali relativi alle donazioni, gli importi dovranno essere riportati nella dichiarazione annuale dei redditi (modelli CUD, 730, Unico).

Per ulteriori informazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure contattataci al numero della Parrocchia di Sant’Ugo: 06/8805146.

Per saperne di più sulla missione:

missaosaofrumenziomissionemafuiane.com
vai al sito della missione.

 

Immagini della missione

Omelie della domenica

2022-09-25 XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Omelia don Diego

file audio dell'omelia

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai farisei:

«C'era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma erano i cani che venivano a leccare le sue piaghe.

Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli accanto ad Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando negli inferi fra i tormenti, alzò gli occhi e vide di lontano Abramo, e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: "Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere nell'acqua la punta del dito e a bagnarmi la lingua, perché soffro terribilmente in questa fiamma".

Ma Abramo rispose: "Figlio, ricòrdati che, nella vita, tu hai ricevuto i tuoi beni, e Lazzaro i suoi mali; ma ora in questo modo lui è consolato, tu invece sei in mezzo ai tormenti. Per di più, tra noi e voi è stato fissato un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi, non possono, né di lì possono giungere fino a noi".

E quello replicò: "Allora, padre, ti prego di mandare Lazzaro a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli. Li ammonisca severamente, perché non vengano anch'essi in questo luogo di tormento". Ma Abramo rispose: "Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro". E lui replicò: "No, padre Abramo, ma se dai morti qualcuno andrà da loro, si convertiranno". Abramo rispose: "Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti"».

Parola del Signore